Acconciature Anti-pioggia: come pettinarsi in modo pratico e risparmiando tempo

Ogni volta che usciamo di casa per raggiungere i nostri obblighi o i nostri affetti, dobbiamo cercare una acconciatura, che oltre ad essere adatta all’occasione, deve valorizzare il nostro look. Ognuna di noi, deve combattere inoltre con la qualità dei propri capelli: lisci, ricci, sottili, crespi ecc e con la loro lunghezza: corti, lunghi, medi.

Per poter esaltare il tuo capello e il tuo colore, occorre innanzitutto studiare taglio e colore adatti al tuo viso e alla tipologia del tuo capello e che ti  insegni come acconciarlo ad ogni occasione.

Credo che un buon lavoro di base sia un ottimo punto di partenza, anche se, purtroppo, capita molto spesso che dopo aver trascorso tanto tempo a sistemarti, o in un salone di bellezza o a casa, la pioggia cogliendoti impreparata rovini il tuo lavoro, rendendolo vano e facendoti sembrare qualcuna che non vuoi essere.

ecco alcuni suggerimenti per acconciare la tua chioma in questi periodi un po’ infelici… 

  1. Tra le prime acconciature, adatte ad una giornata di pioggia, puoi optare per una bella treccia, soprattutto se hai capelli voluminosi e lunghi, ma adatta anche se i capelli hanno una lunghezza media.  —- Per realizzarla, applica sui capelli, asciutti, una crema anti crespo, spazzola all’indietro e dividi la chioma in tre parti e intreccia (se non sei pratica, ricorda: l’esterno va sempre in mezzo, una volta a destra, una volta a sinistra) . in alternativa, se ti riesce più comoda e i capelli sono abbastanza lunghi, puoi realizzarne una lateralmente che ti darà un’ aria più sbarazzina ma sempre ordinata e pronta a fronteggiare i danni dell’ umidità. 
  2.  Nelle giornate piovose, puoi scegliere anche di realizzare uno chignon alto, in modo da avere un look simpatico e divertente, stando attenta a raccogliere tutti i capelli in una coda di cavallo alta e poi avvolgendo le lunghezze intorno all’elastico e fissando con forcine adatte. —- Se invece vuoi rendere il look più serio, puoi realizzare lo stesso chignon, legando i capelli in una coda bassa e poi procedere come nei passaggi precedenti.  —   In entrambi i casi, puoi usare fermaglietti e clip per decorare.  
  3. Sicuramente la soluzione ottimale, che puoi adottare sotto la pioggia è una coda di cavallo, da realizzare dopo che hai asciugato i capelli e li hai lisciati, con l’aiuto di una piastra e pettinati con un pettine sul quale avrai spruzzato della lacca, per eliminare l’eventuale effetto crespo. — Più semplice effettuare una coda di cavallo se invece hai capelli ricci, visto che come tutti sappiamo, l’umidità è amica dei ricci. La coda, puoi farla bassa, alta, laterale, ma in ogni caso, per renderla più particolare, puoi impreziosirla usando elastici o fermagli decorati con strass o pietre.
  4. Altra soluzione elegante e fine per un look più elaborato e chic, è quello per una acconciatura che trattiene i capelli fermi e ordinati, che puoi ottenere realizzando una treccia alla francese (quella che parte attaccata in testa,per intenderci), da far ricadere morbida dietro la nuca. Questa acconciatura, puoi adottarla in ogni situazione, ma è sopratutto adatta ad una serata un po’ speciale, come una festa o una ricorrenza…ottima anche a effetto bagnato… chi può sapere se è stata bagnata anche dalla pioggia!?  
  5. e chi ha i capelli corti? qualcuna penserà : e a che serve, visto che anche col cappello non ti cambia più di tanto? Comunque, con un taglio liscio e corto, basterà utilizzare un prodotto che dia consistenza ai capelli e li renda più voluminosi, creando un effetto spettinato. inoltre puoi modellarli con un gel, che crei l’ effetto piatto e bagnato, quindi ideale per i giorni di pioggia di chi ha capelli corti e mossi.

Spero che i questi consigli, possano tornarti utili in questo periodo in cui la pioggia ci fa… delle improvvisate non richieste… !

Fissa un appuntamento